Intervista a Emiliano Morrone/ Calabria, politica contro arte, cultura e libertà

30 04 2010

di Giuseppe Pipita

Aver divulgato un pensiero contro le mafie è valso al giornalista e scrittore Emiliano Morrone il riconoscimento speciale nell’ambito del Premio nazionale di Filosofia, a Certaldo (Firenze). La motivazione della giuria riporta che Morrone ha dimostrato che con la filosofia si possono difendere i diritti delle persone. “Sono contento per questo riconoscimento – dice il giornalista, originario di San Giovanni in Fiore e Agrigento – che non considero personale. Lo Leggi il seguito di questo post »

Annunci




1.000 volte in Rete per la Calabria

26 04 2010

Questo è il millesimo articolo nel blog della Rete per la Calabria

Comunicato Stampa divulgato dalla Redazione

Va oggi online il millesimo articolo (ma tecnicamente bisogna chiamarlo “post”) nel blog della Rete per La Calabria (www.perlacalabria.it). E’ un bel risultato, ed in una regione dove a livello di informazione molto nasce e troppo muore in culla, questo traguardo merita di essere giustamente posto in rilievo. Con sobrietà, com’è nello stile di quest’organo di informazione web e del suo fondatore e direttore editoriale, Giovanni Pecora, ma con una legittima punta di orgoglio. Leggi il seguito di questo post »





Vi spiego perchè ha perso il centrosinistra a San Giovanni in Fiore

14 04 2010

Calabria: quando destra e sinistra si scambiano le parti, i giovani agiscono e il popolo guarda gli uomini

di Emiliano Morrone

La vittoria di Antonio Barile (Pdl) a San Giovanni in Fiore (Cs) ha entusiasmato il centrodestra; il che è legittimo, ci sta. A riguardo, su “Il Quotidiano” di ieri la parlamentare Jole Santelli ha scritto: «Cade la Stalingrado calabrese». Questa sintesi, però, non rappresenta la realtà del luogo, molto diversa se vista nel tempo.
La città della Sila è sempre stata un «laboratorio politico»: qui è avvenuto in anticipo il «compromesso storico»; poi, nato il centrosinistra nazionale, i big Franco Laratta e Mario Oliverio si sono formalmente Leggi il seguito di questo post »





Dalla Calabria dei Don Abbondio alla Calabria dei don Tommaso

1 04 2010

di Emiliano Morrone

Su un quotidiano di ieri si legge del coraggio di don Tommaso Scicchitano, un prete di 34 anni, non un boss. Un noto politico gli aveva chiesto di muovere 50 voti, in cambio d’un finanziamento di 150.000 euro per sistemare la chiesa di San Michele Arcangelo, a Donnici (Cs), di cui è parroco. Don Tommaso non s’è piegato: durante l’omelia delle Palme, ha detto: «Non sono tipo da assoggettarmi a giochi di potere che non devono fare parte della vita parrocchiale». Di seguito ha raccontato tutto agli agenti della Digos di Cosenza. Leggi il seguito di questo post »





Calabria, elezioni: l’appello di Emiliano Morrone per il futuro dei giovani

24 03 2010

di Emiliano Morrone *

Siamo quasi alla fine d’una campagna elettorale senza contenuti. Per molti candidati, costerà più di 100.000 euro; tra manifestoni, spot, cenette, aperitivi, trovate pubblicitarie e a volte squallida compera dei voti. Specie nella mia Calabria, dove c’è chi campa di stenti e non ha più la dignità che sempre si deve a un uomo.
La sete di potere è proporzionale allo sconforto generale nella mia terra. Ed è con gli onesti, quelli che schifano gli ambienti politici, che dobbiamo cercare di cambiare, vincendo gl’indugi. Leggi il seguito di questo post »





Elezioni Calabria, Emiliano Morrone: “Sostengo Callipo col cuore, se dichiara di non aver nulla da spartire con Pirillo”

22 03 2010

di Emiliano Morrone *

La politica italiana è fatta di strategie, ordini di scuderia, contraddizioni, incoerenza, facciata, forma. È l’altro, palese aspetto che la caratterizza, oltre alla promozione di clown, ballerine, lustrini, vuotezza.
In campagna elettorale c’è la convinzione, di candidati e fedelissimi, che uno slogan, un ritocco di foto, una buona comunicazione in generale, una socialità festaiola e leggera valgano a produrre consensi a pioggia, buoni a conquistare il palazzo, di pasoliniana memoria. Tutto fa brodo, allora: svanisce così ciò che conta, la storia del candidato e la sua visione del futuro.
Da Berlusconi in avanti, la politica è diventata «supercazzora», messaggio subliminale, solenne imperativo ipotetico, miraggio indecoroso, culto della Leggi il seguito di questo post »





Angela Napoli è una di noi. Tutti noi siamo Angela Napoli

7 03 2010

Un pentito confessa che esisteva un piano per assassinare l’On. Angela Napoli. Ed immediata scatta in tutta Italia una enorme solidarietà con la coraggiosa parlamentare calabrese, solidarietà a cui ovviamente non può non unirsi quella di tutti noi della Rete per la Calabria, che consideriamo Angela Napoli una di noi.
Pubblichiamo a titolo di esempio due messaggi: uno dello scrittore Emiliano Morrone, l’altro dei ragazzi antimafia del movimento “Ammazzateci tutti”.

Scrivo la mia vicinanza Angela Napoli e invito all’unità dei calabresi contro la ‘ndrangheta

di Emiliano Morrone

Volevano uccidere Angela Napoli. Lo abbiamo appreso oggi. La fonte è un collaboratore di giustizia, già affiliato alle cosche, ora pentito. Loro, gli uomini della ‘ndrangheta, che bramano il palazzo di là dai colori, progettavano di eliminarla. Ciechi, spavaldi e vigliacchi, pensavano di risolvere i propri guai procurando la morte a una donna che non teme, non si nasconde: fa i nomi di appartenenti e collusi, lotta senza partigianeria contro mafie e malaffare. Leggi il seguito di questo post »