I Giovani di Italia dei Valori di Catanzaro scrivono ai Ragazzi di Locri

30 04 2007

Cari Ragazzi di Locri,

la politica, in Calabria, ha fallito. Prima il centro-destra, guidato da Chiaravalloti, ed ora il governo Loiero, hanno disatteso, nei fatti, le molteplici esigenze di una regione come la nostra. Parlare di “immobilismo” della classe politica ci sembra una pura e semplice valutazione oggettiva.
La Mafia, la disoccupazione, le carenze infrastrutturali, gli sprechi di denaro pubblico, il basso reddito procapite. Sono tante le problematiche che affliggono il nostro territorio. Ma, fino ad ora, non abbiamo visto alcun segnale di risposta e di impegno concreto, da parte dei nostri politici, affinché queste situazioni vengano combattute e risolte. Leggi il seguito di questo post »





I RAGAZZI DI LOCRI SCRIVONO UNA LETTERA APERTA AL GIORNALISTA DEL QUOTIDIANO LA REPUBBLICA CURZIO MALTESE.

25 04 2007

La punta dell'icebergLOCRI (RC), 25/04/207 – “Caro Maltese, purtroppo neanche 40 pagine di giornale basterebbero per descrivere la preoccupante situazione in cui versano la Locride, la Piana di Gioia Tauro, Reggio e la Calabria tutta”. Comincia così la “prima lettera aperta” che il movimento dei ragazzi di Locri ‘E adesso ammazzateci tutti’, nato all’indomani dell’omicidio Fortugno, ha indirizzato al giornalista del quotidiano ‘La Repubblica’ Curzio Maltese, autore dell’inchiesta sulla ‘Ndrangheta e Reggio Calabria pubblicata nella prima pagina del numero odierno del quotidiano diretto da Ezio Mauro. Leggi il seguito di questo post »





da “la Repubblica”: La pax della ‘ndrangheta soffoca Reggio Calabria

25 04 2007

L’INCHIESTA/Chi comanda nelle città

La pax della ‘ndrangheta soffoca Reggio Calabria

dal nostro inviato CURZIO MALTESE

REGGIO CALABRIA – Il lungomare di Reggio Calabria è per il viaggiatore uno dei luoghi più fiabeschi d’Europa, ma per i calabresi era soprattutto un simbolo, la speranza e oggi la nostalgia di un futuro possibile. L’aveva voluto Italo Falcomatà, l’amatissimo sindaco stroncato dalla leucemia nel 2001, protagonista della “primavera reggina”, otto anni in cui il sogno di una Reggio liberata dal malaffare sembrava a portata di mano. Ed era invece un’altra Fata Morgana.

La giunta della restaurazione, guidata dal sindaco di An, Peppe Scopelliti, ha disseminato il “lungomare Falcomatà” di altri simboli. Per primo è sorto il monumento alla massoneria. Nella versione originale c’erano il compasso e il cappuccio, poi spariti “per le Leggi il seguito di questo post »





Lettera aperta di Giorgio Durante, Presidente di Calabrialibre, all’On. Angela Napoli

17 04 2007

Gentile On.le Angela Napoli,
essere oggetto di continue interrogazioni parlamentari, a ben tre ministri della Repubblica, non è cosa sopportabile in silenzio, per un semplice cittadino, ma ancor di più, per chi come me, spende la propria vita a Leggi il seguito di questo post »





25 aprile: ha ancora un senso celebrare la memoria della Liberazione?

17 04 2007
  • SPECIALE A CURA DI GIOVANNI PECORA 

Cari amici,
vorrei utilizzare questo spazio per un dibattito culturale, che vada al di là della semplice battuta.
Vorrei sentire le vostre opinioni su questo quesito: HA ANCORA UN SENSO L’ANTIFASCISMO NEL 2007?
Come bisognerebbe affrontare la tematica “fascismo – antifascismo” nelle scuole, con i giovani, con chi non ha a cuore i valori della Resistenza?
Ha ragione chi dice che bisognerebbe dimenticare?
E’ vera l’equivalenza “fascismo=comunismo” nel senso della dittatura e degli orrori, come sostiene una parte del mondo culturale di centro-destra?
A voi, se volete, le risposte.
Giovanni Pecora

Leggi il seguito di questo post »





Beppe Grillo spaventa gli americani: AT&T si ritira dall’affaire Telecom

17 04 2007

di Giacomo Dotta

A poche ore dall’intervento di Grillo, quando ancora l’assemblea degli azionisti era in atto, il gruppo telefonico americano AT&T si è ritirato dalla gara per far propria una quota di partecipazione in Olimpia per il controllo di Telecom Italia

Guarda il video dell’intervento di Grillo All’Assemblea Telecom

«AT&T ha terminato le trattative per acquisire un terzo del capitale di Olimpia, la holding che detiene approssimatamente il 18% delle azioni ordinarie di Telecom Italia […] la compagnia ha apprezzato l’opportunità di esplorare un possibile investimento in Olimpia e una partnership strategica con Telecom Italia ma ha deciso di non proseguire oltre» (Adnkronos): l’annuncio giunge improvviso durante la maratona organizzata a Rozzano per mettere il CdA del gruppo a confronto con i piccoli Leggi il seguito di questo post »





“Brigante e mezzo” – 12/04/2007 – Il “Codice Leporace”

11 04 2007

Cronache calabresi di una situazione grave, ma non seria.
di Cagionavo Perni

L’editoriale di commiato del (già ex da tempo) direttore di ‘Calabria Ora’: il “Codice Leporinci”

Il famoso Nathan Thomas Summers,  marinaio britannico, prigioniero in Iran: “Sì, è vero, abbiamo sconfinato in acque territoriali iraniane. Chiediamo scusa al popolo iraniano“.
Faye Turney, la soldatessa inglese catturata: “Qui a Teheran sono tutti gentili, rispettosi, civili…“.
Queste erano le dichiarazioni che la tv iraniana ci faceva vedere, unitamente ad immagini tranquillizzanti di grandi abbuffate e serafiche fumate di sigarette dei prigionieri sorridenti.
Poi venne la liberazione dei marinai, il loro arrivo in patria, e le prime dichiarazioni successive al rilascio: dalla base di Chivenor nel Devon, hanno letto un pò per volta una dichiarazione a nome di tutto il gruppo, affermando che al momento della cattura si trovavano “all’interno delle acque territoriali irachene, internazionalmente riconosciute, a 1,7 miglia nautiche dalle acque territoriali iraniane“.
I sette hanno quindi denunciato le forti pressioni psicologiche subite durante i 13 giorni di detenzione, che “non scorderanno mai“.  “Siamo stati bendati, e tenuti sotto costante pressione psicologica. Ci hanno detto che saremmo rimasti sette anni in prigione se non avessimo confessato di essere entrati in acque iraniane“. Leggi il seguito di questo post »