A SORPRESA ANCHE LA CALABRIA NEI DISPACCI DI WIKILEAKS. MOLTO DISPREZZO, MA ANCHE UNA SPERANZA

5 02 2011

ECCO IN FORMA INTEGRALE ALCUNE PAGINE DI WIKILEAKS (IN INGLESE ORIGINALE E CON LA RELATIVA TRADUZIONE ITALIANA)

Di clamoroso, come al solito, non c’è granché.
Ma nei dispacci segreti dei diplomatici americani che Wikileaks ha divulgato in tutto il mondo, generando non pochi imbarazzi, c’è anche un bel quadretto che riguarda la Calabria.
C’è un evidente disprezzo verso la classe politica calabrese, un disprezzo che viene suffragato da atteggiamenti insolenti, dall’evidente incapacità anche dei massimi vertici politici di comprendere l’importanza di un buon rapporto con un Console Generale americano, persino da un’imbarazzante ignoranza come nel caso del presidente della Provincia di Reggio Calabria (“Cos’è un tour operator?”, domanda con candore…). Leggi il seguito di questo post »

Annunci




Locri: rinviata a giudizio Maria Grazia Laganà, vedova Fortugno

9 12 2010

da Strill.it

Il gup del tribunale di Locri, Caterina Capitò, ha rinviato a giudizio la parlamentare del Pd, Maria Grazia Lagana’, ed altre quattro persone, accusate a vario titolo di truffa, falso e abuso ai danni dell’Azienda sanitaria di Locri.
Oltre alla deputata, indagata in qualita’ di vice direttore sanitario dell’ospedale di Locri (incarico che ricopriva nell’estate del 2005, periodo a cui risalgono i fatti), sono stati rinviati a giudizio anche Pasquale Rappoccio, rappresentante dell’impresa di fornitura di medicinali Medinex di Reggio Calabria; l’allora direttore amministrativo dell’Asl, Maurizio Marchesi; un funzionario Leggi il seguito di questo post »





Sen. Adriano Musi, Commissario PD Calabria, vorremmo incontrarla

5 07 2010

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il presente comunicato stampa

Sen. Adriano Musi, Commissario PD Calabria, vorremmo incontrarla

La componente Regionale del Partito Democratico che si richiama all’Area Cambial’Italia e il Gruppo PD – Calabria 25 Aprile, si sono riunite venerdì 2 luglio a Lamezia Terme per ribadire la legittimità, la regolarità statutaria e l’assoluta necessità della nomina del commissario Sen. Musi al quale porgiamo il nostro benvenuto, sperando che al più presto voglia incontrarci per darci l’opportunità di contribuire a portare avanti un percorso di rinnovamento che, con passione, coerenza e convinzione, abbiamo introdotto nel PD Calabrese. Leggi il seguito di questo post »





don Rafele Adamo

3 06 2010

di Emilio Grimaldi

Rafele, senza “don”. Solo “Rafele”.
È lo pseudonimo di Nicola Adamo, ex assessore regionale alle Attività produttive, con cui Giancarlo D’Agni, suo alter ego nelle faccende eoliche, parlava di lui ai suoi interlocutori al telefono. Ne sono convinti gli inquirenti che stanno facendo luce su una presunta maxitangente di due milioni e quattro cento mila euro in vista della realizzazione di un parco eolico a Isola Capo Rizzuto. Lo riferisce il giornalista Paolo Orofino, lo stesso che l’ex assessore ha querelato per “l’infamate campagna denigratoria” che avrebbero ripreso a fare lui e il Quotidiano della Calabria (che abbiamo riportato nei ns. precedenti post di questo blog, n.d.d.). Leggi il seguito di questo post »





La porcata last minute/ La società in house “a testa alta”

14 05 2010

I precari stabilizzati in calcio d’angolo con Franco Morano, ex sindaco di Cittanova, presidente. E sullo sfondo sempre il solito Peppe Bova

Da quest’anno le società in house hanno l’obbligo di assumere solo attraverso un concorso pubblico.
Da quest’anno. Non prima. La società in house «Portanova» nasce in seno a consiglio regionale, con un unico soggetto titolare che è il consiglio regionale.
Ed è nata nel dicembre del 2009, il 1 dicembre. Un mese prima l’entrata in vigore della legge. Il presidente è Franco Morano, ex sindaco di Cittanova,  improvvisamente politicamente vicino all’ex presidente del consiglio regionale, Peppe Bova e tra i promotori del movimento politico interno al Pd, “A testa alta”. Leggi il seguito di questo post »





IL CASO/ Il depliant costato 85mila euro

14 05 2010

Prodezze da campagna elettorale. Gigantografie, manifesti, si sono inventati di tutto, da più parti gli aspiranti consiglieri regionali.
E per raccontare gli atti, le opere, portate a termine in questi cinque anni di campagna elettorale dal consiglio regionale è stato anche pubblicato un depliant, anzi – come cita la delibera – una monografia, distribuita gratuitamente «al fine di fornire ai calabresi un rapporto dell’attività svolta dal consiglio regionale, scevro da qualsivoglia visione strumentale e rigidamente ancorato alla documentazione ufficiale fornita dagli uffici competenti».
E voilà tutto fatto, il costo del depliant al consiglio regionale con tanto di foto, è costato 85mila euro. Ha avuto una tiratura di venticinquemila copie, di cui cinquemila messe a disposizione del consiglio regionale.
La monografia è stata distribuita gratuitamente anche durante la manifestazione elettorale che ha presenziato l’onorevole Peppe Bova, a Reggio Calabria.





Inchiesta/ Regione Calabria: i politici con super paghe

14 05 2010

Gli sprechi della Calabria e il confronto con regioni più vaste che spendono di meno.
Ecco come lievita il bilancio: con gli indennizzi ai consiglieri regionali e ai 400 portaborse

di ANDREANA ILLIANO (su “Il Quotidiano della Calabria” di ieri)

Virtuoso no. Tutto si può dire della politica regionale calabrese salvo che sia virtuosa
nella spesa. Una tessera di partito in tasca, l’adesione ad una corrente, un amico, un
parente e voilà l’incarico è assicurato.
Artisti, esperti, tecnici o pseudo tali, tutti hanno trovato un posticino ad una corte. Uno stuolo di collaboratori, ben tredici, ha avuto il presidente del consiglio regionale Peppe Bova, con contratto a tempo determinato, a cui va aggiunto il carrozzone delle strutture speciali (sopravvissute anche dopo la decadenza dei dirigenti generali) dove compare Nicola Gargano (tra i costituente del Pd) e tanti altri vicini ad una corrente quella del presidente del consiglio regionale (l’elenco è pubblico). Leggi il seguito di questo post »