Risposta alla cortese missiva recapitatami da Silvio Berlusconi

31 03 2010

Caro Silvio,
mi permetto di risponderti con lo stesso “tu” che molto carinamente hai usato nello scrivermi, anche se non ci siamo mai conosciuti personalmente. Ma sono sicuro che non è lontano il giorno in cui ci incontreremo ed avremo tutto il tempo per scambiare due chiacchiere amabilmente.
Sai, ultimamente non ho molte occasioni di seguire quotidianamente le vicissitudini politiche della nostra bella nazione, e per la verità me ne accorgo di ciò che succede sentendo molto spesso imprecazioni che hanno proprio te come oggetto, povero Silvio.
D’altra parte tu stesso mi confermi, nella tua missiva, che negli ultimi tempi te ne stanno combinando di tutti i colori, e sembra che ce l’abbiano tutti con te.
Che ci vuoi fare… porta pazienza. Noi che abbiamo vissuto tanti anni da poter dire di averne viste di tutti i colori, dobbiamo dare sempre l’esempio di sobrietà e di saggezza, come certamente tu farai tutti i giorni. Leggi il seguito di questo post »





Lo tsunami Scopelliti travolge il centrosinistra calabrese. E adesso cacciateli tutti

29 03 2010

Come avevamo ampiamente previsto noi, popolo degli incazzati con il centrosinistra, il loierismo, l’emirato di Peppe Bova, il familismo amorale di Nicola Adamo, hanno creato solo un impero di carta, di tessere finte e tesseramente gonfiati, che uno tsunami elettorale, quello dove i voti sono veri, e non di plastica come nelle primarie, ha spazzato letteralmente via.
Non è stato merito – o almeno non solo merito – di Scopelliti, ma demerito di una classe dirigente di centrosinistra non solo autoreferenziale e non radicata realmente sul territorio, ma immorale, collusa con il potere trasversale delle lobbies politico-affaristiche come quella rappresentata dal direttore di “Calabria Ora” Paolo Pollichieni, odiosa nei rapporti con la propria stessa minoranza interna. Leggi il seguito di questo post »





Caro Aldo Pecora…

29 03 2010

Caro Aldo,
ti scrivo questa nota in seguito agl’ultimi ignobili attacchi che stai ricevendo in questi giorni a causa della tua scelta di sostenere Ruggero Pegna e Giuseppe Scopelliti. E mi sento di poter parlare a nome di tutti i ragazzi del movimento scrivendoti queste poche parole… Leggi il seguito di questo post »





Una scelta obbligata per la Calabria: CAMBIARE!

27 03 2010

Gli ultimi giorni della campagna elettorale calabrese sono stati caratterizzati da due elementi di novità: “ l’endorsement” del movimento antimafia “Ammazzateci tutti” a favore dello schieramento che fa capo a Peppe Scopelliti, ed il violento attacco personale di Nicola Adamo contro Pippo Callipo.
Sono entrambi elementi molto importanti, che doverbbero indurre ad una seria valutazione dei fatti, perchè rimescolano in maniera caotica quella che dovrebbe essere la normale dialettica della campagna elettorale, che secondo i canoni Leggi il seguito di questo post »





E ieri Adamo diede del “disonesto” a Callipo!

27 03 2010

Per la serie “Ho visto cose che voi umani neanche potreste immaginare…”

COMUNICATO STAMPA DELLE ASSOCIAZIONI CALABRESI PER CALLIPO

L’arrogante e premeditato agguato mediatico, organizzato da bande che da anni imperversano dediti alla rapina ed al sacco di questa regione, era atteso.
La campagna elettorale che Callipo aveva impostato sulle vere problematiche che attanagliano questa regione, evitando personalismi e denunce, che pure a decine potevano essere fatte, è stata rotta dal sordo fragore della bomba mediatica, inconsistente nei contenuti e deprecabile sul piano etico e comportamentale da parte di certi organi di informazione che sono stati Leggi il seguito di questo post »





I bimbi poveri di Montecchio Maggiore sono i nostri bimbi

25 03 2010

di Giovanni Pecora

Sono passati tre giorni, ma ancora l’immagine di quei sette bimbi lasciati senza cibo alla mensa della scuola elementare di Montecchio Maggiore, non mi dà pace.
Questi esseri abietti non sono esseri umani, e non possono essere neanche italiani.
Gli italiani non sono così, non lo sono mai stati.
Questi mostri infami, nutriti dall’odio leghista, non sono italiani.
E a questo punto non sono loro a sognare la secessione dall’Italia: dobbiamo essere noi italiani a cacciarli via a pedate, lontano dalla nostra civilissima nazione. Leggi il seguito di questo post »





Calabria, elezioni: l’appello di Emiliano Morrone per il futuro dei giovani

24 03 2010

di Emiliano Morrone *

Siamo quasi alla fine d’una campagna elettorale senza contenuti. Per molti candidati, costerà più di 100.000 euro; tra manifestoni, spot, cenette, aperitivi, trovate pubblicitarie e a volte squallida compera dei voti. Specie nella mia Calabria, dove c’è chi campa di stenti e non ha più la dignità che sempre si deve a un uomo.
La sete di potere è proporzionale allo sconforto generale nella mia terra. Ed è con gli onesti, quelli che schifano gli ambienti politici, che dobbiamo cercare di cambiare, vincendo gl’indugi. Leggi il seguito di questo post »