In replica all’imputato Paolo Pollichieni ed al suo alfiere Agostino Pantano

10 04 2012

 

Avendo dovuto trascorrere in assoluta solitudine queste festività pasquali, ho potuto meditare e ragionare a lungo circa gli ultimi fatti, e ho deciso che è bene e necessario rompere il silenzio che mi ero imposto in ossequioso rispetto delle autorità e delle indagini in corso, e puntualizzare alcune cose molto importanti. Per spiegare, ma anche per mettere a tacere le malelingue e gli sciacalli.
L’occasione mi è data da una signora che mi ha scritto – magari in buona fede – dopo aver letto lo “speciale” pubblicato nell’ultimo numero del “Corriere della Calabria”, discutibile settimanale calabrese diretto dal famoso giornalista/dossierista/lobbysta .
Un settimanale diretto da un signore (da me già querelato anche per altri fatti passati e per quelle diffamazioni e per tali reati in atto imputato presso il Tribunale di Cosenza, repetita iuvant) che in barba ai codici deontologici ed anche alle leggi penali e civili, ha avviato di recente una scellerata campagna di odio e delegittimazionecontro di me. Ed i motivi, come ho già scritto, sono ben individuabili nel tempo e nello spazio.

Capisco l’entità del regalo che faccio al Pollichieni in questo modo, dando a lui anche troppo spazio su questo umile , che lui segue con affetto e che conta di certo molti piú lettori del suo giornale. Ma purtroppo la spregiudicatezza di questo individuo non mi lascia altra scelta.

Ma per ricostruire bene tutto quanto accaduto finora é bene andare per ordine.

  Leggi il seguito di questo post »





A SORPRESA ANCHE LA CALABRIA NEI DISPACCI DI WIKILEAKS. MOLTO DISPREZZO, MA ANCHE UNA SPERANZA

5 02 2011

ECCO IN FORMA INTEGRALE ALCUNE PAGINE DI WIKILEAKS (IN INGLESE ORIGINALE E CON LA RELATIVA TRADUZIONE ITALIANA)

Di clamoroso, come al solito, non c’è granché.
Ma nei dispacci segreti dei diplomatici americani che Wikileaks ha divulgato in tutto il mondo, generando non pochi imbarazzi, c’è anche un bel quadretto che riguarda la Calabria.
C’è un evidente disprezzo verso la classe politica calabrese, un disprezzo che viene suffragato da atteggiamenti insolenti, dall’evidente incapacità anche dei massimi vertici politici di comprendere l’importanza di un buon rapporto con un Console Generale americano, persino da un’imbarazzante ignoranza come nel caso del presidente della Provincia di Reggio Calabria (“Cos’è un tour operator?”, domanda con candore…). Leggi il seguito di questo post »





Il mito delle riforme, lo spettro delle elezioni

4 05 2010

di Giuseppe Romeo

Il gioco a rimpiattino tra il presidente Berlusconi e il Presidente della Camera si sta man mano consumando su una pirandelliana rappresentazione di se divisa tra dichiarazioni di non belligeranza, scambi di lealismo per diradare, difficilmente, sospetti, dubbi e incomprensioni che maturano all’interno del Popolo delle Libertà. Ora la sopravvivenza di una maggioranza costruita su una prospettiva verticale della dialettica politica – contro ogni ragionevole orizzontalità del dibattito Leggi il seguito di questo post »





L’insostenibile leggerezza dell’essere… un partito

30 04 2010

di Giuseppe Romeo

L’animata direzione del PdL si è dimostrata, nella sua caoticità, il punto di non ritorno di un’idea di partito di destra, occidentale e conservatore che non è andata oltre la sua invenzione, quella da formula calcistica di tifoseria di piazza: restare il partito del predellino.
Oggi tutti siamo stati testimoni di come un partito unico solo nella sua virtualità sia vittima di un confronto dissacrante su modi diversi di intendere la politica, quella vera se ancora vi è un barlume di luce. Leggi il seguito di questo post »





TRA LEADERISMO E FANATISMO, ECCO UN’OCCASIONE PER CAMBIARE L’ITALIA

23 04 2010

di Giovanni Pecora

Ci sono persone che per seguire il proprio partito sono pronte ad abbandonare i propri ideali, ed altre persone che per seguire i propri ideali non esitano a lasciare il proprio partito” (Winston Churchill)
Chi sceglie di seguire un leader lo deve fare nella certezza che questi – il leader – persegua gli stessi ideali propri, ponendosi in prima fila per acutezza di pensiero, capacità strategica, coraggio e tante altre virtù, non certo per “mandato divino”.
Leggi il seguito di questo post »





L’intervento integrale di Fini alla Direzione PDL di oggi

22 04 2010

Scontro durissimo, a volte persino vicino alla rissa, nella odierna riunione della Direzione NAzionale del PDL tra il Presidente della Camera Gianfranco Fini ed il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
Ecco il link al sito di Repubblica TV sul quale è possibile ascoltare il video integrale dell’intervento di Gianfranco Fini.