I ragazzi del movimento antimafia “Ammazzateci Tutti” a TeleJato

3 08 2010

Pino Maniaci direttore dello studio televisivo antimafia TeleJato, non ha mai permesso a cosa nostra di interferire con la corretta informazione all’interno del suo telegiornale. Pestaggi, attentati, proiettili, automobili incendiate non hanno mai fermato Pino Maniaci e la sua famiglia. La figlia di Pino, Letizia Maniaci fin da giovanissima lavora a fianco del proprio padre , occupandosi con professionalità e competenza della regia, delle riprese e del montaggio dei servizi. Letizia insignita del premio Maria Grazia Cutuli come giovane giornalista emergente, è anche l’autrice del libro “Mai chiudere gli occhi” Edito da Rizzoli nel marzo 2009. Pagine che raccontano un impegno autentico e quotidiano contro la mafia con i pochi mezzi e strumenti a disposizione del giornale. Pino e Letizia Maniaci non sono soli, e parecchie persone impegnate nell’antimafia come magistrati, poliziotti e rappresentanti di associazioni, manifestano il proprio sostegno concreto partecipando alla conduzione del telegiornale insieme a Pino Maniaci, in questo modo il messaggio che passa insieme alle notizie del telegiornale di TeleJato è inequivocabile, l’azione di contrasto di TeleJato contro la mafia continua, anche dopo attentati alla vita del direttore Pino Maniaci, dopo vili atti intimidatori, e dopo ostruzionistiche denunce per una mancata iscrizione all’albo risolte con altrettante assoluzioni con formula piena. Ma il messaggio più importante che si desume, è che la coraggiosa redazione di Partinico non è sola. Il 29 Luglio una delegazione di “Ammazzateci tutti” visita la redazione di TeleJato, Ivan Centolanze, che oltre ad aderire al movimento antimafia fa parte del corpo di Polizia Penitenziaria e chi scrive, Lia Staropoli, componente del consiglio direttivo di “Ammazzateci Tutti”. La delegazione prende parte con entusiasmo alla conduzione dell’edizione del 29 Luglio del telegiornale antimafia di Partinico insieme a Pino e Letizia Maniaci. I ragazzi del movimento antimafia “Ammazzateci tutti” conoscono bene le difficoltà e il contesto denso di omertà in cui opera la redazione di TeleJato, una realtà che incute paura, ma in cui molti hanno il coraggio di scegliere di stare dalla parte giusta. I telegiornali locali hanno una grande responsabilità nell’area geografica in cui operano, entrano in casa della gente, usando immagini di luoghi e persone con cui i telespettatori hanno familiarità. Usando pertanto lo stesso linguaggio dei concittadini quotidianamente , producono un genere di informazione che non si limita a informare ma anche a “formare” la mentalità dei telespettatori. La diffusione di una corretta informazione in una zona ad altissima densità mafiosa contribuisce, senza dubbio, a modificare alcuni schemi comportamentali imposti da una diffusa mentalità criminale, incoraggia i cittadini a denunciare ogni forma di abuso da parte della mafia e spinge inoltre i politici locali, che in zone come queste subiscono maggiori pressioni dalla criminalità organizzata, ad una più trasparente e legale gestione dell’amministrazione locale, dal numero dei comuni sciolti per infiltrazioni mafiose si desume quanto sia facile per la mafia infiltrarsi nelle amministrazioni locali. Sono necessari più giornalisti come i professionisti che si trovano alla redazione di TeleJato, che attraverso i loro microfoni chiedono chiarimenti ai sindaci e ai politici locali di ogni partito indagati per aver concesso favori alla mafia, anziché trasmettere inverosimili giustificazioni per discolparli agli occhi della gente. Sono indispensabili più telegiornali indipendenti che non “servono padroni”. Ovviamente nessuno mette in dubbio l’importanza della dettagliata descrizione di sagre paesane con tanto di inviati “sul campo”, ma talvolta devono prevalere argomenti meno frivoli per portare all’attenzione dell’opinione pubblica ben altre problematiche locali. Inoltre da quando la mafia si è resa conto che delegittimare qualcuno scomodo è più efficace che ucciderlo, e costa meno, molti sono i giornalisti disonesti che si trovano sul libro paga dei boss. Fortunatamente possiamo contare anche su giornalisti mossi da autentici sentimenti come onestà, giustizia e soprattutto verità, impegnati a contrastare efficacemente le più potenti organizzazioni criminali, semplicemente facendo il proprio dovere. Se cosa nostra, ‘ndrangheta, camorra e sacra corona unita, si sono ampliate e infiltrate proprio a causa del consenso e del silenzio, la mancanza di questi due fattori potrebbe contribuire notevolmente ad invertire il processo. La storia del movimento antimafia “Ammazzateci Tutti” che nasce in Calabria si interseca spesso con la storia di Pino Maniaci, e negli archivi della redazione del telegiornale di TeleJato è facile trovare interviste e filmati che riguardano i ragazzi del movimento antimafia, come Rosanna Scopelliti, presidente della Fondazione “Antonino Scopelliti”, e componente del consiglio direttivo di “Ammazzateci Tutti”, che alle giornate della memoria per le vittime di mafia, a Napoli e a Milano racconta di suo padre il Giudice Antonino Scopelliti , assassinato da ‘ndrangheta e cosa nostra in Calabria. Scorrendo i filmati dell’archivio della redazione di TeleJato troviamo anche Aldo Pecora, fondatore e presidente di “Ammazzateci tutti”, che ricevendo il premio “Paolo Borsellino”, ai microfoni di TeleJato diviene inviato del telegiornale di Partinico in occasione dell’evento. Infine leggiamo il nome del movimento antimafia insieme a quello di TeleJato nel corso delle più recenti conferenze stampa al nord Italia, in cui tra gli altri, prendono parte Pino Maniaci, Lia Staropoli, Rosa Frammartino e Sandro Chiaravalloti per esporre insieme ai poliziotti del Siap, una serie di eventi antimafia che prevedono la presentazione di libri scritti da poliziotti che nella propria vita non hanno fatto altro che contrastare la mafia, come IMD autore di “Catturandi” e “100% Sbirro” e Gianni Palagonia autore di “Nelle mani di nessuno” e “Il silenzio”.

Lia Staropoli – Consiglio Direttivo Movimento Antimafia “AmmazzateciTutti” –

 

Pino Maniaci e Lia Staropoli
Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: