“Con le idee e il coraggio di Peppino noi continuiamo”

8 05 2010

Francesco Murone ha 16 anni, e frequenta il terzo anno del Liceo Classico di Lamezia Terme. Francesco è vicino al movimento dei ragazzi antimafia “Ammazzateci tutti”. Oggi in assemblea degli studenti ha voluto ricordare così Peppino Impastato. Parole semplici, che hanno toccato il cuore dei suoi compagni e che ce le hanno segnalate per pubblicarle come testimonianza di questa Calabria che, presa finalmente sulle spalle dai giovani, ha rialzato la testa.

“Credo che la vicenda di Peppino ci debba insegnare una cosa: bisogna ribellarsi, a qualsiasi forma di dittatura, mafia al primo posto; essere libero non significa vivere lontani da regole e leggi o far quello che si vuole, ma rimanere coerenti alle proprie idee in qualuque situazione e lottare per queste.
Chinare la testa, voltarsi, far finta di niente è soltanto un modo per tradire noi stessi, è tradire la nostra condizione di gente libera. Io l’ho conosciuto qualche mese fa Peppino, così, leggendo, ascoltando una canzone e per me la sua voce, carica di rabbia, riecheggia ancora, anzi sono convinto di una cosa: fin quando ognuno di noi manterrà vivo il ricordo di una persona, questa continuerà a vivere e continueranno a vivere i suoi sogni,quello in cui credeva, per questo noi non lo dimentichiamo, noi non lo lasciamo solo in questa lotta…

“La rivoluzione è come un carica di tritolo che improvvisamente ti scoppia nella testa e ti resta dentro per tutta la vita. La rivoluzione ha il sapore di una tragedia che si consuma in una notte di primavera, sui binari della ferrovia, dove un ragazzo salta in aria”.

“Il suo esempio vivrà per sempre, ogni volta che alzeremo la voce, che mostreremo uno striscione, allora in quel caso saremo tutti un pò Peppino… Non lo faceva nè per gloria, nè per onori, non voleva essere ricordato come un eroe, voleva solo fare la sua parte, dare il suo contributo, e sperava sempre e sempre che il suo operato non fosse vano… adesso tocca a noi raccogliere l’eredità che ci ha lasciato. E’ la speranza che ci dà forza, che ci fa lottare, è l’unica cosa che ci resta quando tutto è perduto. Con le idee e il coraggio di Peppino noi continuiamo!”

Francesco Murone

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: