Calabria, lo spoglio non è finito: disperse le schede di quindici sezioni

1 04 2010

A 48 ore dalla chiusura dei seggi, i risultati definitivi non sono ancora disponibili. L’ultimo aggiornamento alle 10,03 di ieri. Non è chiaro chi sono i consiglieri eletti.
La regione ha cambiato in extremis la legge elettorale e ha gestito in proprio la raccolta e il conteggio dei dati affidati a una società esterna. Palleggio di responsabilità.

di GIUSEPPE BALDESSARRO (su Repubblica)

CATANZARO – A 48 ore dalla chiusura dei seggi, in Calabria non è ancora disponibile il dato definitivo delle regionali. Mancano all’appello una quindicina di sezioni. La Calabria è una delle quattro regioni che hanno curato in proprio la gestione del dato elettorale affidando la raccolta dei numeri alla società Insiel Mercato, che però al momento li ha, solo in parte, inseriti nel sistema.
I responsabili della società hanno riferito che il mancato aggiornamento è dovuto al fatto che i risultati di alcune sezioni del consentino, del comune di Altomonte in particolare, non sono state trasmessi, mentre in altri vi erano delle incongruenze tra il numero dei votanti e quello dei voti espressi. Dalla Prefettura di Cosenza, che fatto da tramite tra le sezioni e la Regione, si è invece appreso che tutti i dati sarebbero stati inviati.
  
Nessuna comunicazione è arrivata dalla Regione in merito alla vicenda. Secondo quanto si è appreso, in giornata dovrebbero riunirsi gli avvocati della Regione per cercare di fare chiarezza.

Sul sito elettorale dell’Ente, allestito dalla stessa Insiel Mercato, l’ultimo aggiornamento della sfida tra candidati presidenti è fermo alle 10.03 di ieri ed è relativo a 2.393 sezioni su 2.405, mentre l’elenco dei nuovi consiglieri regionali è realizzato sulla base dei risultati di 2.390 sezioni. Se per la vittoria di Giuseppe Scopelliti, del centrodestra, non ci sono dubbi, visto il distacco inflitto ad Agazio Loiero (oltre il 25%), desta perplessità, tra gli stessi candidati, l’elenco ufficioso dei nuovi consiglieri regionali. E in particolare il numero dei consiglieri assegnato alla provincia di Crotone, che sarebbe di sette.

E se da una parte si annunciano già ricorsi, dall’altra candidati allo stato esclusi dall’elenco ufficioso si dicono invece eletti. Insomma, una situazione caotica che alimenta polemica. La composizione ufficiale del nuovo Consiglio regionale, in ogni caso, spetterà alla Corte d’appello di Catanzaro che dopo la verifica dei verbali dei seggi procederà, la prossima settimana, alla proclamazione degli eletti.

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: