APPELLO AL CENTROSINISTRA IN CALABRIA

28 11 2009

Pubblichiamo volentieri questo Appello, lo sottoscriviamo con convinzione ed invitiamo tutti i nostri amici a sottoscriverlo (il link per farlo è qui a lato, nella colonna di destra), pur ribadendo nella nostra convinzione che pensare di mutare le sorti del centrosinistra calabrese con la mera sostituzione del candidato presidente è condizione necessaria ma assolutamente insufficiente.
Non crediamo che le responsabilità politiche di personaggi come Peppe Bova o Nicola Adamo, Franco Pacenza o Enzo Sculco, solo per citarne alcuni tra i principali, siano inferiori a quelle di Loiero.
Se questa intera classe politica non viene spazzata via, allora tanto varrebbe ricandidare Mimmo Crea.

APPELLO AL CENTROSINISTRA IN CALABRIA

La Calabria è dentro l’emergenza.
La sua condizione è evidente e non giova più a nessuno ridimensionare o “leggere” le sue storie tristi, antiche e nuove, in un quadro di rassegnazione e di consolatorie analisi che lasciano irrisolti i problemi e li incancreniscono ancor più pesantemente innanzi ad una crisi della politica evidentissima e ad una deriva delle Istituzioni verso l’ingovernabilità.
Ogni indicatore economico la pone sempre in una permanente condizione di criticità e la pervasività criminale della ‘ndrangheta’ non ha più limiti e confini; l’abbandono del Mezzogiorno da parte del Governo ne accentua isolamento e marginalizzazione e tutto rimane appeso nella precarietà permanente. Il destino di questa Regione è ormai avvitato ed amplificato nella e dalla paralisi dell’iniziativa politica e dalla penosa condizione del Governo regionale, ormai assediato dalle emergenze, a cominciare da quella sanitaria, i cui nodi non sono stati affrontati a tempo debito e oggi sono stati irresponsabilmente trascinati alla fine di una Legislatura e all’inizio di una feroce campagna elettorale .
Ciò nonostante all’interno del centrosinistra si registra una preoccupante mancanza di iniziative dirette a costruire una coalizione nuova nella proposta politica e rinnovata nella classe dirigente, e negli eletti al Consiglio regionale, che riannodi le fila di un dialogo virtuoso con i Calabresi e rilanci la sfida del buon governo, compromessa irrimediabilmente dall’attuale Giunta regionale che non ha fornito quelle risposte coraggiose che un largo consenso le aveva consegnato come sfida alla discontinuità ed al rinnovamento promessi.
Tale inerzia colpevole rischia di consegnare la Regione Calabria ad un centrodestra già responsabile dello sfascio della Regione e che, vincendo, completerebbe l’opera.
Per questo chiediamo con forza a tutti gli uomini e le donne del centrosinistra, a tutti i partiti e in modo particolare al PD, partito di maggioranza relativa, e al suo Segretario Nazionale, di assumere ogni iniziativa ed azione volta ad aprire un serio tavolo di confronto politico a cui siano chiamati a partecipare tutti i soggetti del centrosinistra, compresi l’IDV, l’UDC e il mondo dell’associazionismo e della società civile, che sostiene la candidatura di Pippo Callipo.
Riteniamo altresì che sia indispensabile l’apporto delle migliori espressioni del mondo culturale e dei saperi, tanto al fine di ricostruire la più ampia e condivisa unità della coalizione intorno a un progetto politico che sia finalmente in grado di segnare una svolta profonda nel costume politico, nell’agire amministrativo e nella qualità della proposta di governo.
Riteniamo essenziale cercare ogni convergenza utile su una candidatura di superamento dell’attuale stallo politico-istituzionale e delle preannunciate ‘Primarie Regionali’ che, in questo pezzo d’Italia, piuttosto che valorizzare una reale e libera partecipazione democratica dal basso, rappresentano la mortificazione della libertà del voto, piegandolo ad una conta di schiene chinate al potere clientelare dell’uno dell’altro candidato, nessuno dei quali ad oggi, rappresenta una vera novità e una scelta di chiara discontinuità con il passato ed i suoi errori.
La Calabria ha bisogno di un candidato Presidente credibile, condiviso e autorevole, che sia di garanzia per tutto il centrosinistra calabrese, che attende, da tempo, un segnale chiaro sul terreno dell’innovazione politica e del ricambio generazionale ai vertici della politica e delle Istituzioni.
La Calabria ha bisogno di un centro sinistra rinnovato, di un chiaro segnale di rottura con il passato e del rinnovamento dei metodi e dei rappresentanti del Consiglio Regionale, capace di dare risposte immediate ai bisogni veri ed autentici dei calabresi, al loro diritto allo sviluppo civile, democratico, e culturale, soluzioni concrete al drammatico problema della disoccupazione e dell’emigrazione delle sue migliori energie, prospettive di futuro per chiunque continui giustamente a chiedere e pretendere, anche per la nostra Regione, condizioni di legalità e dignità civile, sociale e democratica.

Anna Falcone
Direzione Naz. PSI

Fernanda Gigliotti
Consiglio Naz. PD

Gori Cosentino
Coordinatore Regionale SD

Carmelo G. Nucera
Consiglio Naz. PSI

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: