Regionali 2010/ Giuseppe Scopelliti: «Bene Callipo. Prima aveva sposato l’idea del centrodestra poi ci ha ripensato»

9 09 2009

Il coordinatore del Pdl apprezza la scesa in campo con Idv

di ANTONINO SCHINELLA

Giuseppe ScopellitiVIBO VALENTIA – «Avevo notato questa sua propensione a candidarsi. Personalmente non lo biasimo».
Ha fatto passare del tempo. Ma Giuseppe Scopelliti, alla fine, ha deciso di commentare la decisione assunta da Pippo Callipo di candidarsi alla presidenza della Regione, come alternativa anche al Pdl, partito di cui nei mesi scorsi l’imprenditore vibonese è stato delegato al congresso fondativo.
«Evidentemente Callipo, che in un primo momento ha sposato la causa del Pdl, adesso ha inteso fare scelte diverse. Comunque, credo che con la sua scesa in campo possa dare un notevole contributo al dibattito politico. Inoltre, Italia dei Valori ha già annunciato il suo appoggio all’imprenditore. E noi non possiamo che essere felici…», ha aggiunto Scopelliti, che poi, commentata la scesa in campo di Callipo, ha spostato le sue attenzioni sul rapporto Pdl-l’Udc in vista delle Regionali. «Non credo possa andare con Loiero – dice -. Allo scudocrociato ci lega una condivisione di intenti e di valori. E poi con l’Udc c’è una sintonia generazionale.
Mi sembra che Talarico e Trematerra poco abbiano a che fare con Loiero anche sotto quest’ultimo aspetto».
Giuseppe Scopelliti, che a fine mese diventerà formalmente il candidato alla presidenza della Regione per il centrodestra, parla già da leader e da candidato. «Io vengo dal mondo dello sport.

Ho vinto tante battaglie e tante altre le ho perse. Ma sono uscito dal campo sempre con la maglia sudata. Con questo, voglio dire che ce la metterò tutta, senza lesinare sforzi ed energie anche se quella che si consumerà tra qualche mese non sarà una mia battaglia personale. E’ la sfida del territorio, della Calabria. E’ la battaglia, insomma, di chi crede che il cambiamento sia ancora possibile». Ma il cambiamento – dice – «non è un fatto  esclusivamente generazionale. Credo che il rinnovamento trovi riscontro innanzi tutto sulla capacità di assumere le decisioni. Bisogna trovare quel coraggio delle scelte forti che finora è mancato alla politica regionale. Noi siamo convinti di avere un’idea chiara di sviluppo della Calabria.
Ed è un’idea nuova, che forse potrebbe pesare sulle vecchie logiche della politica che basa il consenso sul clientelismo. Noi – ha asserito – ci proponiamo di lavorare su due livelli. In primo luogo lavoreremo sulle emergenze, penso, ad esempio, alla sanità. Ma per amministrare bene bisogna andare ben oltre a quelle che sono le risposte momentanee. Occorre avere il coraggio di fare delle scelte, anche impopolari. E questo sarà il secondo aspetto che caratterizzerà la nostra azione», ha chiosato Scopelliti.

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: