Chiusura indagini e orientamento al rinvio a giudizio per il gotha dei politici calabresi: l’impianto accusatorio di “Why not” formulato da De Magistris evidentemente ‘tiene’

17 12 2008

why notCon la chiusura dell’inchiesta e l’emissione degli avvisi di conclusione per gli indagati (molti dei quali avevano gia’ ricevuto l’avviso di garanzia nei mesi scorsi, come il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero), l’indagine entra nella fase decisiva.
Gli indagati avranno 20 giorni di tempo dalla notifica per chiedere di essere sentiti o per depositare memorie difensive. Quindi la Procura generale decidera’ se chiedere il rinvio a giudizio od il proscioglimento dei singoli indagati.
Nell’atto, previsto dal codice di procedura penale come atto conclusivo delle indagini preliminari, sono ipotizzati, a vario titolo, numerosi reati: dall’associazione per delinquere all’abuso d’ufficio e alla turbata liberta’ degli incanti, dalla truffa alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, dalla frode nelle pubbliche forniture al peculato, dalla corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio all’istigazione alla corruzione, dall’estorsione alla falsita’ ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici. Nel provvedimento gli indagati sono raggruppati per capitoli in relazione alla vicenda che li riguarda, con l’enunciazione dell’ipotesi di accusa. Alcuni indagati sono accusati di piu’ reati. (ANSA).

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: