Lo diceva sempre la mamma: se mangi non puoi parlare, altrimenti ti strozzi…

21 09 2008

Si era rimasti alla vergogna del “concorsone” con l’assunzione dei “compari dei miei compari”. Ma era nulla a confronto: un sito internet pagato oltre un milione di euro, la struttura da sceicco del presidente del Consiglio Regionale Bova con il record di essere la più pagata d’Italia, sei milioni di euro (sembra sottratti dai fondi per i porti turistici) per sponsorizzare la Nazionale di calcio: cosa ci possono riservare ancora di orrido i soliti “dsonorevoli” regionali calabresi? Sembra un incubo, ma al peggio non c’è mai fine

REGIONE CALABRIA: UN TORBIDO INTRECCIO TRA AFFARI, POLITICA ED INFORMAZIONE REGIONALE

Le spese della campagna Toscani (3.871.385 euro) si riferiscono essenzialmente ai costi di mercato per la diffusione del progetto creativo, gestita dalla società Rpn, con l’acquisto di spazi pubblicitari sui maggiori quotidiani nazionali per n. 5 uscite a pagine intere“.
Adriano Mollo su Il Quotidiano della Calabria, pag. 11 di sabato 20 settembre 2008

Paolo Pollichieni
Vice Presidente RPN
– Report Porter Novelli – e Responsabile della sede di Roma
00187 – Roma
Via Xxxxx, 29
tel. diretto:+390669924***
email: paolo.pollichieni@rpn.it

 

 

(fonte: http://www.rpn.it/be/main.php?page=fe_std&id_page=contatti&sezione_fe=sezione1)

direttore: Paolo Pollichieni

E poi qualche anima bella si meravigliava e si scandalizzava stupita quando “Calabria Ora” – nello specifico Paolo Pollichieni – definiva vergognosamente un “flop” la manifestazione antimafia di 5.000 ragazzi a Reggio Calabria del 17 febbraio 2007 organizzata dal movimento dei giovani antimafia “Ammazzateci tutti”, oppure quando “Calabria Ora” attaccava violentemente in prima pagina il giovane leader e fondatore di quel movimento.
Si trattava di quello stesso movimento e di quello stesso ragazzo che non avevano avuto paura di attaccare pubblicamente proprio sulla questione morale i “poteri più forti” della Regione Calabria, nello specifico l’assessore dell’epoca al Turismo Nicola Adamo (proprio il fautore della campagna di Oliviero Toscani, tu guarda che combinazione!) ed il potentissimo presidente del Consiglio Regionale Peppe Bova, quello che è al vertice di una piramide immane di soldi pubblici elargiti generosamente ai suoi fedelissimi. Ma solo a loro. Chi ha orecchie (oltre che muso e coda) per intendere, intenda. Ed ha inteso, ovviamente.

Nessuno contesta al sig. Pollichieni la possibilità di fare affari con la Regione Calabria (purché si accertino la trasparenza delle procedure e le modalità di questi affari).
Nessuno contesta al sig. Pollichieni il diritto di essere direttore di un quotidiano calabrese. Probabilmente le carte sono anche formalmente a posto.
NOI GLI CHIEDIAMO, E CHIEDIAMO AI POLITICI REGIONALI CHE FORAGGIANO GLI AFFARI DELLA SOCIETA’ DI CUI POLLICHIENI E’ VICE PRESIDENTE, SE E’ MORALE GESTIRE ENORMI SOMME DI DENARO PER CONTO DELLA REGIONE CALABRIA ESSENDO CONTEMPORANEAMENTE DIRETTORE DI UNO DEI MAGGIORI QUOTIDIANI DELLA STESSA REGIONE.

NOI NON CREDIAMO che la posizione di direttore di un quotidiano regionale sia ininfluente nei suoi rapporti con alcuni esponenti politici calabresi, quando bussa alla loro porta nella sua seconda veste di uomo d’affari.
e questo pone un problema etico di portata enorme sia per la classe politica calabrese che per l’ordine dei giornalisti.

IN CALABRIA NON C’E’ SOLO UN’EMERGENZA LEGALITA’, E SPESSO IL TERRIBILE PROBLEMA ‘NDRANGHETA E’ UTILIZZATO, CON UN SAPIENTE LAVORO DI INFORMAZIONE DEVIATA, PER DISTRARRE L’ATTENZIONE DELL’OPINIONE PUBBLICA DAL LOSCO INTRECCIO POLITICO-AFFARISTICO CHE HA DISSANGUATO E CONTINUA A DISSANGUARE LA NOSTRA TERRA.
IN CALABRIA C’E’ ANCHE E SOPRATTUTTO UN’EMERGENZA MORALE CHE RIGUARDA TUTTI NOI CITTADINI.
SE NON CI RIBELLIAMO  – CON ATTI CONCRETI DI RIBELLIONE – DIVENTIAMO AUTOMATICAMENTE COLLUSI.
I CALABRESI CHE VEDONO TUTTO QUESTO SCEMPIO E NON FANNO NULLA NON MERITANO LA DIGNITA’ DI DIRSI “PERSONA ONESTA”.

DENUNCIANDO I FATTI DI IMMORALITA’ COME QUESTO OVUNQUE SIAMO, IN FILA ALLA POSTA O DAL MEDICO, MENTRE FACCIAMO LA SPESA E DAL GIORNALAIO, DALLA PARRUCCHIERA O DAL BARBIERE, FACENDO SENZA TIMORE I NOMI ED I COGNOMI DEI PROTAGONISTI, AFFINCHE’ RIMANGANO BENE IMPRESSI NELLE MENTI DI TUTTI QUANDO ANDREMO A FARE DELLE SCELTE, SIANO ESSE NELLA CABINA ELETTORALE O DALL’EDICOLANTE.

TUTTI DEVONO SAPERE COSA SI FA DEI SOLDI DEI CALABRESI, MENTRE SPROFONDIAMO NELLA CRISI ECONOMICA PIU’ PROFONDA, MENTRE GLI ONESTI PADRI DI FAMIGLIA NON RIESCONO PIU’ A MANTENERE I PROPRI FIGLI ALL’UNIVERSITA’, MENTRE LA MIGLIORE GIOVENTU’ CALABRESE E’ COSTRETTA AD EMIGRARE PER POTER LAVORARE.
MENTRE LA CASTA CALABRESE SI INGOZZA ED INGRASSA SEMPRE DI PIU’. VERGOGNOSAMENTE E SENZA PUDORE.

(www.perlacalabria.it – Partigiani della legalità, Avanguardia di liberazione)

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: