Riciclati, trombati e figli di papà: chi c’è sul libro paga della Regione Calabria? Ecco tutte le “consulenze”

14 03 2008

A Principe il record di consulenze: ne ha affidate 23. Il presidente di Valle Crati collabora con l’assessorato alla cultura: 37.800 euro; La cifra più alta? 135.200 euro al direttore del “Nvip”; ma anche gli altri nomi sono molto “eloquenti”.
(Se avete commenti o segnalazioni da fare scrivete a info@perlacalabria.it)

CLICCA  Q U I   PER LEGGERE L’ELENCO DEI CONSULENTI

di Benedetta Caira (da “La Provincia cosentina”)

L’esperienza di Sandro Principe alla Regione Calabria è durata poco e non è finita bene, eppure l’ex assessore alla cultura (con deleghe a università e ricerca scientifica) la sua impronta l’ha lasciata.
Va a lui, infatti, il primato degli incarichi esterni: ne ha affidati ventitré, alcuni molto ben remunerati, come quello da 47mila euro (+iva) all’attore regista Giancarlo Cauteruccio per la realizzazione del Magna Graecia Festival, altri dai compensi irrisori come quello (da 1500 euro) conferito al Sovrintendente per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico della Calabria, Salvatore Abita.
Sul libro paga della Regione, sempre su indicazione di Principe, figurano poi il critico d’arte Tonino Sicoli (con una consulenza da 37.800 euro), il collega Giorgio Leone (8000+iva) e il regista Vincenzo Ziccarelli (per lui un compenso da 18mila euro).
Uomo di Principe è poi Giovanni Maraniello, napoletano d’origine ma cosentino d’adozione. Attualmente è presidente della società Valle Crati, ma per la Regione Maraniello si occupa di tutt’altro: è consulente dell’assessore alla cultura, per 37.800 euro. Tra i volti noti della politica nostrana, nella lista degli incarichi esterni, compare l’ex dirigente Ds Gabriele Petrone, scelto dall’ex  vicepresidente della giunta Nicola Adamo.
L’incarico è scaduto il 4 marzo e Petrone si prepara a riscuotere dalla Regione Calabria la bellezza di 37.800 euro. Stesso compenso, per una consulenza all’assessorato alla Programmazione, a Biancamaria Rende, figlia di Pierino, commissario della Camera di Commercio cosentina.
A dimostrazione del fatto che nella vita per avere successo bisogna saper fare un po’ di tutto, ci sono le esperienze di alcuni consulenti: Enrichetta De Franco Paladino – classe 1971 – quest’anno ha un contratto di collaborazione da 23.500 euro nella Consulta regionale antimafia, nel 2006 (oltre ad essere legata ad un progetto redatto da Why Not) era invece membro nell’Osservatorio italiani all’estero, sempre della Regione.
Stesso discorso per il castrovillarese Geremia Capano, oggi consulente del Nucleo regionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici (a lui ben 56mila euro) e in passato membro del Comitato regionale per l’emersione del lavoro nero. Vive a Firenze ma in Calabria ha trovato grandi soddisfazioni, Salvatore Faillace, classe ‘44, originario di San Lorenzo Bellizzi.
Nel 2005 era direttore generale dell’Assessorato alla sanità, oggi ha una consulenza per lo stesso assessorato da 37.800 euro. Alla corte di Diego Tommasi, c’è l’avvocato Angelo Gangi, che mentre si prepara a sfidare Orlandino Greco a Castrolibero, mantiene una consulenza nell’assessorato all’ambiente che gli frutta 37.800 euro.
Consulente dello stesso assessore (e stesso compenso) è Leo Autelitano, da giugno anche Presidente del Parco dell’Aspromonte. Vicino all’assessore all’agricoltura Mario Pirillo è invece il coriglianese Giovanni Mastrangelo (i compaesani lo ricordano nel coordinamento elettorale del Pdm a sostegno del sindaco De Rosis), ha una consulenza da 37.800 euro per l’assessorato all’Agricoltura.
La lista degli incarichi esterni comprende anche nomi di illustri accademici italiani. Come Gaetano Stornaiuolo, consulente di Loiero e docente di scienze delle finanze dell’università Federico II di Napoli e la nota psichiatra (fu collaboratrice di Franco Basaglia) Giovanna Del Giudice, consulente per l’assessore alla salute (per entrambi 37.800 euro). Quasi record per l’importo della consulenza di Corrado Zoccali, reggino, cognato dell’ex consigliere rendese e presidente della squadra di basket Calabra Maceri, Umberto Vivona.
La sua consulenza viene remunerata con 76.750 euro.
Il record però spetta a Roberto Sabatelli, direttore del Nucleo regionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, meglio noto (?) con la sigla NRVVIP, questo incarico vale 135.214 euro.(fonte: http://www.laprovinciacosentina.it/portale/view_notizia.cfm?Q_TEM=POLITICA&Q_ID=2949)

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: