Rapporto Antimafia: Le omissioni di Forgione. Silenzio sui politici collusi

22 02 2008

da “La Provincia cosentina”

Francesco Forgione, il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, è a rischio di ricandidatura. Reduce da due mandati parlamentari, Rifondazione Comunista lo avrebbe inserito nell’elenco di “color che son sospesi”.
E anche per questo si capisce l’accelerata che ha dato, negli ultimi giorni, alla sua attività istituzionale, cercando in tutti i modi di portare ad approvazione la relazione sulla Calabria. E così, si è dato un abito assai improbabile di eroe dell’antimafia dopo un biennio non certo esaltante.
E’ passata in cavalleria l’attribuzione delle consulenze a diversi parenti di componenti della Commissione: uno svilimento definitivo per una funzione che questa Commissione non ha mai esercitato sin in fondo.
Nelle numerose audizioni registratesi in queste ultime settimane sono apparse notizie sconvolgenti che riguardano il mondo imprenditoriale calabrese. Notizie che fanno rabbrividire e richiedono precisazioni, conferme o smentite da parte degli organismi giudiziari.
Dopo aver dipinto il gruppo imprenditoriale più forte della regione come colluso con due delle più rilevanti cosche del territorio, ci si attendeva da Palazzo San Macuto un atto di coraggio e di dovere rispetto ad uno dei suoi compiti precipui.
Ci sono flotte di politici, fra Calabria e Sicilia, Puglia e Campania con questioni penali aperte di altissimo spessore criminale.
Rinviati a giudizio o indagati per concussione e truffa, tangenti ed illeciti. Deputati e Senatori coinvolti in indagini complesse e rilevanti, (in Calabria c’è Why Not e Poseidone) che fanno anche riferimento a contatti simbiotici con la ‘ndrangheta, la sacra corona unita, la camorra e la mafia.
Dal signor Forgione ci si aspettava una presa di posizione forte rivolta ai partiti che imponesse una scelta che sarebbe stata e sarebbe ancora legittima proprio perchè politica e non giudiziaria: se è sacrosanto che sia solo la Cassazione a mettere la parola fine sul grado di colpevolezza dei cittadini è altrettanto giusto che i partiti sappiano togliere la polvere dai loro tappeti senza dover aspettare lungaggini investigative.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: