Oltre mille le firme raccolte a Cosenza per il Vaffa-Day di Beppe Grillo

8 09 2007

Un'immagine del Vaffanculo Day a CosenzaUna coda mattutina annunciava il successo dell’iniziativa di Beppe Grillo e del Meetup di Cosenza, alle 15.00 erano già mille i firmatari della proposta di legge di iniziativa popolare definita Parlamento pulito.
Il Gruppo cosentino di Beppe Grillo al lavoro dalle prime luci del giorno ha confezionato l’evento in modo esemplare, tutti volontari, ma soprattutto operativi ed efficienti coordinati dalla Responsabile del Gruppo, Aleka e da Alessandro, nei meetup si usano soprattutto i nickname.
L’iniziativa un vero schiaffo alla politica che si è defilata dalle vie del centro cittadino, da la misura del livello di indignazione della popolazione nei confronti di una conduzione della cosa pubblica affaristica e clientelare.
200 sono le città italiane coinvolte nell’iniziativa, a fine giornata dovrebbero essere almeno 200.000 le firme raccolte un numero 4 volte superiore a quello necessario per la presentazione di una legge di iniziativa popolare, un successo che va oltre ogni più rosea previsione, con il quale dovrà fare i conti l’intero Parlamento chiamato in causa direttamente. L’indifferenza delle televisioni nazionali e della Politica naufraga contro l’onda di indignazione della gente, che sale sempre più pericolosamente, indispettita dalla tracotanza delle istituzioni nelle quali non si riconosce più, anzi per tutta risposta da fiducia ad un comico che riesce bene ad interpretare i bisogni della gente. Uomini delle forze dell’ordine, casalinghe, pensionati, professionisti, ma soprattutto giovani si sono avvicinati ai banchetti adibiti alla raccolta delle firme. Parlamento pulito esprime, ancor di più in Calabria, l’esigenza della Gente di una pulizia, che vada ben oltre il parlamento nazionale e che coinvolga emotivamente l’intero consiglio regionale Calabrese che mesto, pur raccogliendo un ricco bottino personale, senta il bisogno di avviarsi sulla strada di casa o di altre meno ambite mete, visto l’altissimo numero di indagati presenti nell’assise Regionale.

Giorgio Durante, Presidente Calabrialibre
portavoce del Meetup di Cosenza

Annunci

Azioni

Information

3 responses

12 09 2007
Periodico IL FARO

V-day: Dalla Calabria centinaia le adesioni.

La Calabria si deve liberare degli amministratori pubblici indagati e condannati.
Scalea: la federazione dei Verdi di Scalea esprime grande apprezzamento e adesione piena alla giornata organizzata dal famoso comico televisivo Beppe Grillo. Palmiro Manco ha dichiarato: > .

> ha sottolineato il portavoce del sole che ride di Scalea continuando ad esprimere:

12 09 2007
Daniele Quartuccio

ANCORA IN PIEDI TIENE QUESTA BUFFONATA DELLA RETE X LA CALABRIA?

DALLA CONFERENZA DOVEVA ESSERE IL GIORNO EPOCALE X LA CALABRIA…CON LA RETE I CALABRESI AVREBBERO CAMBIATO VITA…MA GLI UNICI A CAMBIARE SONO STATI A CASA PECORA CON GIOVANNI KE HA UN SITO IN PIU’ DA AGGIORNARE….EHEHEHEHE MA SU….SIATE ONESTI CON VOI STESSI!!!!!

13 09 2007
admin

Avete letto?
In questa Calabria ci sono 33 consiglieri regionali indagati su 50 (alcuni dei quali persino per associazione per delinquere), due sono stati arrestati, uno addirittura è decaduto da consigliere perchè condannato a 7 anni di carcere…
In questa Calabria la ‘ndrangheta ammazza senza ritegno, strangola l’economia con il racket e l’usura, si arricchisce spropositatamente con i traffici di cocaina…
In questa Calabria ci sono più logge massoniche che in ogni altra regione d’Italia, alcuni magistrati si stanno giocando la vita (oltre che la carriera) per indagare in ogni direzione su quello che è stato da loro definito un “sistema di potere colluso e corrotto”…
Ed ecco che arriva questo tizio e con chi se la prende? CON LA “RETE PER LA CALABRIA”!

Provo veramente tanta pena per questo ragazzo. Chissà cosa gli avranno promesso… forse trenta denari…
No, non cadiamo nella provocazione, sua o dei suoi eventuali mandanti.
Giriamo solo la segnalazione dell’ennesimo post di questo povero ragazzo (è quasi maniacale il suo attacco a tutto ciò che è intorno o vicino ad movimento “Ammazzateci tutti”), evidentemente fuori di sé per chissà quali incoffessabili motivi, a chi già lo ha diffidato ufficialmente.
Perchè una cosa è l’umana comprensione, altra cosa è l’abdicare ai principi dell’etica della responsabilità: se non ha avuto educatori in casa, qualcuno glielo dovrà pure far capire che avere diciotto anni non serve solo per avere la patente, ma giuridicamente si è responsabili di fronte alla legge delle proprie azioni.

G.P.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: