“Brigante e mezzo” – 12/04/2007 – Il “Codice Leporace”

11 04 2007

Cronache calabresi di una situazione grave, ma non seria.
di Cagionavo Perni

L’editoriale di commiato del (già ex da tempo) direttore di ‘Calabria Ora’: il “Codice Leporinci”

Il famoso Nathan Thomas Summers,  marinaio britannico, prigioniero in Iran: “Sì, è vero, abbiamo sconfinato in acque territoriali iraniane. Chiediamo scusa al popolo iraniano“.
Faye Turney, la soldatessa inglese catturata: “Qui a Teheran sono tutti gentili, rispettosi, civili…“.
Queste erano le dichiarazioni che la tv iraniana ci faceva vedere, unitamente ad immagini tranquillizzanti di grandi abbuffate e serafiche fumate di sigarette dei prigionieri sorridenti.
Poi venne la liberazione dei marinai, il loro arrivo in patria, e le prime dichiarazioni successive al rilascio: dalla base di Chivenor nel Devon, hanno letto un pò per volta una dichiarazione a nome di tutto il gruppo, affermando che al momento della cattura si trovavano “all’interno delle acque territoriali irachene, internazionalmente riconosciute, a 1,7 miglia nautiche dalle acque territoriali iraniane“.
I sette hanno quindi denunciato le forti pressioni psicologiche subite durante i 13 giorni di detenzione, che “non scorderanno mai“.  “Siamo stati bendati, e tenuti sotto costante pressione psicologica. Ci hanno detto che saremmo rimasti sette anni in prigione se non avessimo confessato di essere entrati in acque iraniane“.

Paride Leporace, fu direttore di ‘Calabria Ora’:
Per motivi strettamente personali, ho accettato un nuovo incarico professionale in un’altra regione“.
La proprietà del giornale, nel comprendere le mie istanze, mi ha concesso la facoltà di potermi esprimere sul mio successore. Ho indicato Paolo Pollichieni e l’ho spinto ad accettare l’incarico“.
Ma soprattutto: “Tutto quello che è stato prodotto fino ad oggi è da considerarsi frutto delle mie esclusive scelte personali e della mia linea editoriale“.
Il testo del commiato del (già ex da tempo) direttore di ‘Calabria Ora’ è tutto in questo stile singhiozzato, spezzato, ad occhi bassi.
Lo stile dei prigionieri costretti a parlare da Teheran.
Non avendo né video né immagini fotografiche, devo ammettere che la mia immaginazione malata mi porta a pensare il povero Paride seduto al computer con dietro un energumeno corpulento che gli tiene appoggiata alla nuca la canna di una calibro nove, e seduto a cavalcioni di una sedia, proprio a fianco a lui, un tipaccio con basettoni e baffetti da sparviero che gli soffia in faccia il fumo puzzolente di un sigaro latrando sguaiatamente “Ora scrivi come ti abbiamo detto! Altrimenti…Vedi che conosciamo l’ospizio dov’è tua nonna…“.
Adesso non ci resta che aspettare che il suo volo atterri all’aeroporto internazionale di Metaponto, in terra lucana, e dopo che tutto sarà tranquillo ed al sicuro il marinaio Leporace ci racconti veramente com’è andata la storia delle sue dimissioni.
Perchè in Calabria saremo pure una “satrapia asiatica con emiri che a margine di lussuose piscine pensano soltanto al potere personale“, come ha scritto nel suo editoriale di addio a questa terra, ma ancora le boccole al naso e le sveglie al collo in Calabria no, non le portiamo proprio nessuno.
Come si dice dalle nostre parti: “Ohi Pa’, ma ‘a cu’ ‘nciu cunti…” (per i non calabresi “O Paride, ma a chi gliela racconti…”).

Nota finale del Brigante e Mezzo:
Ci dice la colombella che è già in partenza dalla terra di Puglia il vero nuovo direttore di ‘Calabria Ora’.
E intanto magari le poltrone nel CdA del quotidiano cambieranno. Si accettano scommesse.
Anche su imminenti salutari cure ricostituenti a base di buon denaro pubblico.

(La presente striscia satirica è liberamente riproducibile  secondo le norme Creative Commons Licenses che potete leggere su http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/it/), semplicemente citandone la fonte www.perlacalabria.it)

oooOOooo 

Vai all’archivio del “Brigante e mezzo”            

    

  

 

 

 

 

Annunci

Azioni

Information

One response

11 04 2007
Daniele Quartuccio

…complimenti x l’articolo…hihihihihi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: